PolyJet



PolyJet, metodo avanzato di produzione additiva, consiste in una serie di testine che depositano fotopolimeri a base acrilica o fotopolimeri elastomerici in strati sottilissimi, che polimerizzano con luce UV.
Le macchine stampano con layer da 16 micron e un livello di precisione fino a 0,1 mm creando superfici lisce, pareti sottili e geometrie complesse. È l’unica tecnologia in grado di supportare un’ampia gamma di materiali con proprietà diverse: dalla gomma ai materiali rigidi, da quelli opachi ai trasparenti.
Tra i punti di forza di questa tecnologia citiamo la possibilità di realizzare prototipi in costampato anche di forme molto complesse, l’elevata precisione di stampa e la velocità di realizzazione.

Area di lavoro: 300x 200 x 150 mm

 

Materiali



 


VeroClear

Grazie alla combinazione di trasparenza, stabilità dimensionale e uniformità della superficie, questo fotopolimero consente di creare una vasta gamma di prodotti trasparenti e colorati, dagli occhiali alle plafoniere, ai dispositivi medicali.


SCHEDA TECNICA


Tango Black

Simulazione di gomme ed elastomeri in generale. Questa gamma offre vari gradi di caratteristiche elastomeriche: durezza di scala ShoreA ( da 27 a 95), allungamento a rottura, resistenza allo strappo e forza tensile che la rendono adatta a un’ampia gamma di applicazioni.

SCHEDA TECNICA


Tango Grey

Materiale simile alla Gomma adatto a una vasta gamma di applicazioni che richiedono superfici antiscivolo o flessibili ed una varietà di caratteristiche elastiche, resistenza all’allungamento, allo strappo e alla trazione.



SCHEDA TECNICA

 

Rigur

E’ un simil-polipropilene avanzato che offre un'alta resistenza e una bellissima finitura superficiale. È possibile utilizzarlo per creare rapidamente prototipi resistenti e adatti a componenti a scatto, cardini mobili e altre applicazioni complesse.

SCHEDA TECNICA


Bi-materiale

Questa speciale tecnologia realizza prodotti utilizzando fino a tre materiali diversi in un singolo processo di stampa, o addirittura può miscelare gocce di materiali differenti per creare nuovi materiali digitali, come l’ABS digitale ad alta resistenza.

 

 

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili. Per saperne di piu'